speakers and abstract 'smart plastics' 2018 - in aggiornamento - 

 

Alfonso Molaro
R&D Application Engineer,
SAPA 

Metodo “One-Shot” per la produzione di un cover composito e insonorizzato per motori a combustione interna

a cura di Alfonso Molaro, Innocenzo Macchiarolo, Sofia Lanzillo, Giovanni Affinita di SAPA srl.

Un nuovo metodo è stato sviluppato per la produzione di un cover motore, dove all’interno della stessa pressa ad iniezione avvengono sia lo stampaggio del componente in materiale termoplastico, in poliammide fibrorinforzata (PA66 30% fibra vetro), sia la schiumatura in poliuretano espanso per l’assorbimento acustico. Il multicomponente così prodotto è stato sottoposto a prove di esposizione a condizioni di temperature e umidità, definite in conformità alle specifiche di prodotto, al fine di valutare l’adesione tra le due parti e validare il nuovo processo produttivo “One-Shot”, che permette di ridurre tempi e costi di produzione.


“One-Shot” method for the production of a composite and soundproof cover for internal combustion engines

A new multiphase method has been developed for the production of an engine cover, where inside an injection molding machine both the molding of the component in thermoplastic material, in fiber-reinforced polyamide (PA66 30% glass fiber), and the foaming in expanded polyurethane, for sound absorption occur. The multicomponent thus produced has been subjected to tests of exposure to temperature and humidity conditions, defined according to the product specifications, to evaluate the adhesion between the two parts and validate the new “One-Shot” production process, which allows to reduce time and production costs.



Michele Segato, 
Simulation Application Engineer, 
Prisma Tech

con la partecipazione di Stefano Quaresimin, Design Analysis and Moldflow Simulation Specialist, De'Longhi Appliances srl

Previsione ed ottimizzazione dei problemi di stampaggio ad iniezione con Autodesk® Moldflow®

a cura di Michele Segato, Simulation Application Engineer di Prisma Tech srl Stefano Quaresimin, Design Analysis and Moldflow Simulation Specialist, De'Longhi Appliances srl

La simulazione del processo di stampaggio ad iniezione è diventata indispensabile per garantire il rispetto del time to market e la qualità dei componenti termoplastici. Prisma Tech affianca da oltre 10 anni le aziende italiane nell’inserimento del software Autodesk® Moldflow® durante l’acquisizione, training ed assistenza. Presenteremo lo stato dell’arte del software di riferimento attraverso la testimonianza di De’Longhi e alcuni case studies di lightweight. Dimostreremo come è possibile prevedere ed ottimizzare deformazioni, giunzioni, segni di risucchio, fin dalle prime fasi di progettazione di un prodotto in materiale termoplastico.


Prediction and optimization of injection molding defects with Autodesk® Moldflow®

The simulation of injection molding process is fundamental to observe the time to market and the quality of thermoplastic components. Prisma Tech from over 10 years helps Italian companies with Autodesk® Moldflow® during the acquisition, training and assistance. We’ll present the last developments of the best in class software thanks to the presence of De’Longhi and some lightweight case studies. We’ll show how to predict and optimize warpage, weld lines, sink marks, from the first design phases of a new thermoplastic component.


Fabio Raviolo
Direttore Commerciale, 
Luxoro

Uno sguardo al futuro: la decorazione dei materiali compositi leggeri
Lo studio di prodotti con materiali ibridi leggeri, usando plastiche rinforzate con fibre, sta acquistando sempre maggiore importanza, sia nella costruzione automobilistica che nell'elettronica di consumo. Tuttavia, la decorazione di questi materiali richiede molto tempo e richiede molte fasi di processo singole, alcune eseguite a mano. Noi vogliamo proporre e presentare un passo in avanti nella decorazione di questi componenti leggeri con un innovativo processo one-shot. Il processo combina la decorazione e lo stampaggio dei componenti in un'unica fase, riducendo in tal modo il tempo impiegato per la decorazione poiché non sono richieste le operazioni di verniciatura e levigatura.


Breakthrough in light weight composite decoration
Hybrid lightweight construction using fiber-reinforced plastics is growing in importance in automotive manufacturing and in the consumer electronics area. However, decorating these materials is time-consuming, calling for many individual process steps, some done by hand. We have now made a breakthrough in the decoration of lightweight components with an efficient one-shot process,. The process combines component decoration and molding in one process step, thereby considerably shortening the time taken to decorate composites, because the usual painting and sanding work is not required.


Matteo Giugno,
Business Development Manager,
e-Xstream engineering,
 MSC Software

Modellazione numerica multiscala per un’efficace progettazione di componenti in plastica caricata

Progettare componenti in plastica caricata introduce una sfida metodologica in quanto il loro comportamento è fortemente dipendente dal processo – stampaggio per iniezione o compressione, con la distribuzione delle fibre che rende il componente anisotropo. Di conseguenza, una modellazione numerica omogenea e isotropa del materiale mostra evidenti limitazioni e rischi.

Viene proposta una soluzione numerica multiscala, che parte dalla definizione non lineare anisotropa del materiale arrivando a quella strutturale ad elementi finiti del pezzo – considerando le informazioni della simulazione del processo produttivo (orientamento fibre, etc.). Esempi concreti e casi di studio illustreranno come l’accuratezza e la predittività a livello di comportamento del componente siano facilmente raggiungibili con l’utilizzo di appropriati ed avanzati strumenti numerici.


Multiscale numerical modeling for an efficient design process of SFRP components

Designing parts with short fiber reinforced plastics (SFRP) carries a methodological challenge as their behaviour is highly driven by the manufacturing process - injection or compression molding, with distribution of fibers making component highly anisotropic. Therefore, homogeneous isotropic numerical material modelling shows evident limitations and associated risks.

A multiscale modeling numerical solution is hereby proposed, starting from the nonlinear anisotropic definition of the material model up to the structural FEA level - connecting information with process simulation (fiber orientation, etc.). Concrete examples and case studies will illustrate how accuracy in the prediction of the performance and efficiency of the design workflow can be easily achieved with dedicated and advanced numerical tools.


Patrizio Marinone, 
Senior Business Manager 
Evonik Performance Materials GmbH 

PLEXIGLAS® molding compounds – l’utilizzo del polimetilmetacrilato (PMMA) in applicazioni Automotive e Lighting

Il PLEXIGLAS®, polimetilmetacrilato di produzione Evonik, rappresenta uno dei brand di materiali termoplastici più conosciuti al mondo. Le proprietà dei compound Plexiglas® hanno a lungo ispirato designer ed ingegneri: la loro elevata trasmittanza si è tradotta in numerose applicazioni dove è necessario guidare o estrarre la luce, così come la loro brillantezza, la durezza e la resistenza chimica hanno permesso di ottenere prodotti unici nel loro genere. Queste ed altre proprietà del PMMA verranno spiegate attraverso alcuni case studies per il settore Automotive e Lighting, con uno sguardo ai futuri trend di mercato. 


PLEXIGLAS® molding compounds –  PMMA in inspiring applications for the Automotive and Lighting markets

PLEXIGLAS® is one of the world's most famous brands of plastics and the PMMA (Polymethyl Methacrylate) branded product from Evonik. The properties of PLEXIGLAS® molding compounds have long inspired designers and engineers alike: the astonishingly high light transmittance, bringing the potential for targeted light guidance and light extraction applications, the accurate coloring of a product without interference from the intrinsic color, as well as a very high hardness and chemical resistance. These are only some of the main properties of PMMA, which will be explained with case studies for the Automotive and Lighting sectors, with a glance to future trends. 


Plazio Adriano

R&D Electronic Components

Mechatronics Connectors & CAE Leader

Magneti Marelli


Utilizzo di materiali plastici Termo conduttivi per la realizzazione di coperchi e dissipatori nelle centraline controllo motore a bassa potenza ( < 7 Watt)

La parte meccanica di una centralina controllo motore è normalmente formata da un connettore, un dissipatore e da un coperchio di protezione.

Questi due ultimi componenti permettono una protezione del componente elettronico (ai fluidi, agli urti, …) la dissipazione del calore generato ed anche fissaggio dalla centralina stessa alla vettura.

Normalmente questi componenti vengono realizzati in leghe di alluminio ( stampati o pressofusi)

Obiettivo di questa attività è stata quella verificarne l’intercambiabilità, nelle applicazioni a bassa potenza, con componenti realizzati in materiali plastici termo conduttivi.

L’attività si è contraddistinta da una prima fase di simulazione ( analisi termica e analisi riempimento dei componenti plastici) e da una seconda di test di qualifica su di una campionatura prototipale basata su di una centralina ad oggi effettivamente in uso ( stesso connettore, stessa elettronica)


Usage of Thermo conductive plastic materials for the realization of covers and heatsink in low power Engine control units (<7 Watt)

The mechanical part of a engine control unit is normally formed by a connector, a heat sink and a protective cover.

These last two components allow protection of the electronic component (to fluids, to shocks, ...) the dissipation of the generated heat and also fixing from the control unit itself to the vehicle. Normally these components are made of aluminum alloys (produced by stamping or die-cast processes)

The aim of this activity was to verify the interchangeability, in low power applications, with components made of thermally conductive plastic materials. The activity was characterized by a first simulation phase (thermal analysis and mouldflow filling analysis of the plastic components) and a second of qualification test on a prototype sampling based on a control unit currently in use (same connector, same pcb)


Davide Ferrulli, 
Sales Manager
HP 3D Printing Italy

Integrazione fra produzione additiva e tecnologie produttive tradizionali

Conosci la tecnologia Multi Jet Fusion 3D e scopri i migliori esempi italiani di integrazione della soluzione HP con processi produttivi tradizionali. 


How to best integrate 3D Printing with traditional manufacturing solutions
Learn about Multi Jet Fusion 3D technology and find out best Italian examples of HP solution with traditional manufacturing technologies


Nella Rossini,

R&D Manager,

PLASMAPPS


Tecnologia al plasma: soluzioni innovative per l’industria

L ’innovazione tecnologica rappresenta il fattore determinante per lo sviluppo della competitività del sistema economico nazionale. 
La tecnologia al plasma a bassa pressione si sta affermando sempre più, come processo standard di trattamento superficiale dei materiali, in diversi settori industriali, soppiantando spesso trattamenti più convenzionali che spesso sono meno flessibili e soprattutto ad elevato impatto ambientale.
Si tratta di una vera e propria ingegneria chimica di superficie tesa a costruire strutture nanometriche, progettate per rispondere in maniera specifica alle applicazioni più disparate, con numerosi vantaggi legati alla sua elevata eco-sostenibilità e soprattutto per la sua peculiarità di essere una nanotecnologia di impiego trasversale a tutti i settori industriali.
Nella presentazione verranno illustrati casi di successo industriale.


Giulio Turinetti,
Business Developer
Altair Engineering

L’ottimizzazione strutturale per materiali compositi e la previsione del danneggiamento con approccio Multi-scala

I materiali compositi sono espressamente progettati per svolgere compiti dalle elevate performance meccaniche.

Come ottimizzarli, o per meglio dire, come progettarli nella maniera migliore in modo da trarre il maggior beneficio dall’anisotropia del materiale è una sfida quotidiana.

L’esperienza e i prodotti messi a disposizione da Altair aiutano progettisti ed ingegneri, dalla fase di concept alla realizzazione produttiva, a trovare differenti configurazioni e soprattutto a prendere decisioni in tempo.


Micaela Lorenzi, 

CEO 

GREENCHEMICALS 


Ritardanti di fiamma reattivi esenti alogeni: una nuova strada per migliorare la dispersione, ridurre la migrazione e incrementare l’attività

Presentazione di una nuova tecnologia basata sul legame di un antifiamma base fosforo ad un polimero, con la creazione di un ritardante di fiamma polimerico. La nuova tecnologia eliminerebbe gli effetti di migrazione, aumenterebbe l’attività, la dispersione, la stabilità termica riducendo il dosaggio.


Reactive halogen free Flame retardants: a way to improve dispersion, reducing migration, increasing activity

Presentation of a new technology, based on linking P base FR to the polymer. We will present a polymer backbone halogen free FR.

This technology will eliminate FR migration, increasing activity, dispersion, thermal stability and reducing dosage.


Niels Hegge, 

Application Development Engineer

DSM ENGINEERING PLASTIC 

Studio rivolto alla valutazione di Tecnopolimeri e Tecnopolimeri ad alte prestazioni nella sostituzione di componenti metallici

Qualora si valuti la sostituzioni di componenti metallici con componenti termoplastici, è necessario tenere in considerazioni diversi requisiti. 
Molti progetti vengono stoppati in fase di studio di fattibilità.
Quando si riesca ad evincere un possibile design e si voglia valutarne le prestazioni durante la vita del componente, non è sufficiente utilizzati i dati standard riportati nelle schede tecniche durante la simulazione.
Siccome le performance meccaniche di un componente sono altamente dipendenti dall’orientamento della fibra di vetro in ogni parte del componemte stesso, se si considera un orientamento anisotropico della fibra di vetro, si ha il rischio di derivare dall’analisi conclusioni ben poco attendibili.

DSM presenta un aggironamento sullo stato dell’arte in merito alle possibilità date dalla simulazione delle proprietà meccaniche effetuata tenendo in considerazione l’orientamento simulato della fibra di vetro.


Metal replacement considerations when evaluating Engineering Plastics or High-Performance Plastics.

When evaluating opportunities to replace metals into plastics, many constraints should be considered. Not all Ideas will pass the initial feasibility checks.

When moving into design and simulation phase, standard performance data as from datasheet is not suitable to predict the lifetime of a part.

As mechanical performance of a part is highly depending on local fibre orientation, commonly used downscaling factor for isotropic fibre orientation might result in predictions that are far off from reality. 

DSM presents latest status of insights in mechanical performance simulation on an actual part taking local glass fibre orientation into account.


 

Vuoi avere un'idea del Format 'aperto e interconneso' dei nostri eventi?
Ecc
ola qui! guarda il video dell'evento RM FORUM 2017 sulle Tecnologie Additive


Per info e iscrizioni al Forum:

Andreana Ippolito - Eris Eventi

a.ippolito@eriseventi.com
Tel 02.3494367

Per informazioni sulle opportunità 
di sponsorizzazione del forum:

Guglielmo Calcagno - Publishing Advisor

g.calcagno@erisprogram.com

Tel 02.3494367 - cell.335.1500876


per ulteriori informazioni