IN SHOW THE VALUE CHAIN OF ADDITIVE PRODUCTION:
FROM
STRUCTURAL DESIGN TO SUPPLIERS OF  MACHINES,
FROM POWDER PRODUCERS TO  SERVICE PROVIDERS.

 

speakers&abstract

Giulio Turinetti - Altair Engineeringjpg
Giulio Turinetti
Business Developer, Altair Italia
ALTAIR500jpg
Pensare fuori dagli schemi: liberare il potenziale dell'Additive Manufacturing con nuove tecniche di progettazione

Le tecnologie di produzione additiva in ambito metallo, sempre più presenti nelle aziende industriali, offrono la possibilità di pensare prodotti ad alto valore aggiunto.
Performance sempre più spinte e geometrie complesse sono i fattori chiave per sfruttare al massimo il potenziale di questa tecnologia.
Altair, leader nel settore dell’ottimizzazione strutturale, mette a disposizione di ingegneri e progettisti gli strumenti che assistono la progettazione di componenti in Additive Manufacturing partendo da foglio bianco, fino alla realizzazione del CAD finale con avanzate tecniche free-form.


impellozzeri frederic polyshapejpg
Frédéric Impellizzeri

Manager BU Automotive, POLY-SHAPE Group
logo_PolyS_ITALY_500jpg

Motorsport-Design and Optimization of an upright for ALM
The Pikes Peak International Hill Climb (PPIHC), also known as The Race to the Clouds, is an annual automobile and motorcycle hillclimb to the summit of Pikes Peak in Colorado, USA. Poly-Shape designed and produced new uprights specially for this race using Additive Manufacturing technology and topological optimization, delivering an essential component in order to save mass and improve stiffness to reach the high demands of race cars and enabling Romain Dumas to win the race in 2017.


Enrico Orsi sfondo biancojpg
Enrico Maria Orsi
Additive Manufacturing Products Manager - Italy,
Renishaw
renishaw_ok_500jpg

La vicinanza aiuta - come far lavorare laser multipli insieme su parti ad alta integrità

Le macchine per la fusione laser a letto di polvere di metallo orientate alla produzione utilizzano più laser per aumentare la velocità di costruzione. I campi di lavoro sovrapposti permettono ai laser di operare indipendentemente su pezzi diversi o di collaborare alla realizzazione di pezzi condivisi. L’uso flessibile di laser multipli aumenta la produttività e riduce il costo dei pezzi prodotti, tuttavia pone la questione dell’interazione tra laser sovrapposti: collaboreranno in maniera proficua o saranno d’impedimento uno all’altro? In questo intervento osserveremo le sfide poste dall’utilizzo di quattro laser nello spazio in cui prima se ne utilizzava uno, considereremo la relazione critica tra flusso di gas e laser, e come ognuno dei laser possa influenzare l’altro e, in particolari condizioni, le caratteristiche del materiale risultante. Si scoprirà come l’interazione dipenda dalla distanza, ma non nel modo che si sarebbe potuto immaginare. Discuteremo inoltre alcune strategie per sfruttare la flessibilità multilaser su componenti che richiedano un’alta integrità.

Proximity pays - how multiple lasers can work together on high-integrity parts
Production-orientated laser powder bed fusion (LPBF) machines increasingly feature multiple lasers to boost build rates. Overlapping fields of view enable these lasers to operate independently on separate parts, or to cooperate on single large components. Such flexible use of multiple lasers in close proximity to one another raises productivity and lowers part costs. But can overlapping lasers play nicely together, or will they get in one another's way? We will look at the challenges thrown up by running up to four lasers in the space where just one was working on previous machines. We will consider the critical relationship between the lasers and the inert gas flow, and how one laser can affect another under particular circumstances, potentially resulting in degraded material properties. It turns out that laser interaction is distance-related, but not in the way you might expect. Finally, we will look at strategies to exploit multi-laser flexibility on high-integrity components.


Abel Ramosjpg

Abel Ramos Calvo

Application Engineer,

ANSYS

ANSYS-logo-without-blur_PICCOLOjpg
ANSYS Simulation solution for Metal Additive Manufacturing Process

Understanding how a design would actually print is crucial to avoiding huge costs of failed builds. Metal parts are built-up on top of “build plates.”  Support structures are required to hold the part rigidly in place during the build. Intense residual stress and distortion occur due to rapid heating and cooling of the metal with a laser. With insufficient supports, part accuracy is poor and/or the part will distort and hit the powder spreader, causing the build to fail. If too many supports are added, the part will sometimes crack due to excessive residual stress. When this part is removed without heat treatment, it bows. To fix the issue using trial and error is very expensive. Using ANSYS AM Simulation tools can allow you to predict the part distortion at any point during the building process. In addition, ANSYS offers additional post-processing tools to help you improve your support strategy and compensate for the initial geometry using simulation results. During this presentation, we'll cover some application examples where ProM has used ANSYS AM tools to predict and prevent from built failures during the building process.


aNSALDO ENERGIAjpg

Massimiliano Maritano
R&D Project Manager AEN R&D PRG SSG
,

ANSALDO ENERGIA
logo-ansaldojpg

L’utilizzo dell’additive manufacturing nelle turbine a gas Ansaldo Energia di prossima generazione

L’additive manufacturing è presente nel settore delle turbine a gas da diversi anni e rappresenta il tanto atteso cambiamento di tecnologia che consentirà al progettista di migliorare le prestazioni del motore, in tempi molto più brevi.
La produzione additiva (AM) dei componenti di Hot Gas Path differisce in modo significativo dalle catene di processo note. Tutti gli elementi di questa nuova tecnologia di produzione devono essere definiti e convalidati.
Ansaldo Energia sta lavorando attivamente all'applicazione e allo sviluppo di SLM per i suoi componenti di turbine a gas, sia per la produzione di parti nuove che per il ricondizionamento di parti esercite.
Verranno presentate alcune applicazioni recenti e le principali criticità riscontrate, con uno sguardo ai temi di interesse per il futuro.


The use of Additive Manufacturing for Ansaldo Energia’s next Generation
of Gas Turbines

Additive manufacturing has been around in the gas turbine industry for several years now and represents the long awaited step change in technology that will allow the designer to improve the engine’s performance, in a much shorter timeframe.
Additive Manufacturing (AM) of Hot Gas Path components differs significantly from known process chains. All elements of this novel manufacturing route had to be established and validated. Ansaldo Energia is actively working in the application and development of SLM for its gas turbine components, both for for new part production and reconditioning of ex-service components. Some recent applications will be shown together with critical issues found and a look to the future.


foto faraboschijpg
Alberto Faraboschi, Technical Consultant, MSC Software
MSC_logo_red_500jpg

giaccio matteojpg
Tommaso Giaccio,
Automation Technologies & Portable Systems,

Hexagon Manufacturing Intelligence
hexagonjpg

Additive Manufacturing Engineering: Progettazione, valutazione e verifica di componenti metallici realizzati con tecnologie additive

Le soluzioni software e hardware di Hexagon Manufacturing Intelligence attraversano l’intero processo di realizzazione di un componente, dai sistemi CAD/CAM per la progettazione e la lavorazione, alla simulazione strutturale e funzionale, al controllo dimensionale di prodotto e di processo. I dati provenienti dalla simulazione e dalla verifica metrologica forniscono le informazioni necessarie alla messa a punto del prodotto e del processo, mentre l’analisi statistica in produzione regola l’andamento e l’efficienza del processo.


IMG_4216jpg
Riccardo Girelli

CEO,
LABORMET DUE
labormetdue_okjpg

La metrologia 3D mediante la tecnica CT Scan


bart leferink - Additive Industries jpg

Bart Leferink
Director Global Channel Sales

Additive Industries

ADDITIVESIMUSTAMPA_500jpg


Accelerating Industrial Additive Manufacturing towards Productivity Leadership


IULIANOjpgBusiness_Conference-512png
Luca Iuliano, Flaviana Calignano, Manuela Galati
Politecnico di Torino, Centro Interdipartimentale di Additive Manufacturing

polito_logo TORINOpng

Metodologie Innovative di Design for Additive Manufacturing (DFAM) per lo sviluppo delle guide delle macchine utensili

Gli attuali sistemi di additive manufacturing a letto di polvere per la produzione di elementi metallici, hanno volumi di lavoro inferiori a mezzo metro cubo che limitano le applicazioni industriali come la produzione di componenti per macchine utensili. Per superare questo limite è stata sviluppata una procedura di DFAM, basata sull’ottimizzazione topologica, che consente di scomporre l’elemento in più parti senza perdere i vantaggi dell’integrazione delle parti e dell’alleggerimento. La metodologia è stata testata per lo sviluppo di una guida innovativa per macchine utensili. Verrà anche trattato l’aspetto legato alla finitura per ottenere le rugosità e tolleranze richieste dal progetto.

Innovative Methods of Design for Additive Manufacturing (DFAM) for the development of guide to machine tools

Current powder bed additive manufacturing technologies for the production of metal components have working volumes of less than half a cubic meter which limit industrial applications such as the production of components for machine tools. To overcome this limit, a DFAM procedure was developed, based on topological optimization, which allows the element to be broken down into several parts without losing the advantages of part integration and lightening. The methodology has been tested for the development of an innovative guide for machine tools. Surface finishing will also be treated in order to obtain the roughness and tolerances required by the project.


Andrea Sandi_RM Forum_2018jpg
Andrea Sandi

Fondatore
Sintac

SINTAC_logo-vettoriale_500jpg

Memento, homo, quia pulvis es, et in pulverem reverteris

Si è dimostrato un universo in movimento e in continua trasformazione, il risultato del connubio tra le migliorie in campo di acquisizioni selettive tridimensionali e la gestione dell’imaging che, abbinato alla sempre più performante tecnologia additiva, hanno contribuito, in maniera importante, allo sviluppo di tecniche operatorie, fino a pochi anni fa, ritenute più fantascienza che realtà.
Dalle sostituzioni ossee, alle protesi ITAP, dall’osteosintesi con stabilizzazione transomatica nelle spondilolistesi ad alta displasia, alla ricostruzione di gabbie toraciche.
Tutto viene realizzato in modo personalizzato grazie all’utilizzo di queste nuove conoscenze e, il concetto di customizzare, sotto intende Inventare e Rivoluzionare.
La stampa 3D e le correlate innovazioni tecnologiche, stanno modificando la produzione industriale nel settore bio medicale facendo divenire oggi, la produzione artigianale (digitale), concorrenziale rispetto a quella industriale.
Ecco che la frase della mia presentazione, altisonante e ammonitiva secondo la Chiesa, che la ripete nel rito delle Ceneri come la più forte condanna contro ogni superbia e vanagloria dell'uomo, diviene, secondo la mia personale interpretazione, un incentivo a creare, ad inventare e a riutilizzare.
Proprio quello che può avvenire con le tecnologie che attualmente utilizziamo.


GuidoChiappajpg
Guido Chiappa,

Senior Director,
RINA

RINA-colour-RGB_lowjpg
La manifattura additiva nella fabbrica intelligente

L’industria guarda con interesse alle tecnologie della rivoluzione digitale ed all’AM per le opportunità che queste aprono in termini di flessibilità e competitività e per la loro potenzialità disruptive. Lo sviluppo di queste capacità, per il loro carattere fortemente interdisciplinare, richiede nuove competenze e nuove modalità di collaborazione tra i ruoli della filiera produttiva, tra cui la necessità di garanzia, per raggiungere l’implementazione di un nuovo paradigma.RINA contribuisce fattivamente a supportare il settore manifatturiero italiano ed internazionale anche tramite la certificazione dei prodotti ottenuti con AM, combinando competenze sulle nuove tecnologie digitali con le scienze dei materiali. Un approccio standard e validato alle nuove tecnologie può migliorare la penetrazione della manifattura additiva e velocizzarne l'industrializzazione.

Additive manufacturing in the smart factory

The industry looks forward to technologies of the digital revolution and the AM for the opportunities that they offer in terms of flexibility and competitiveness and for their disruptive potential. The development of these capabilities, due to their highly interdisciplinary nature, requires new skills and new ways of collaborating between the roles of the production chain, including the need for guarantee, in order to achieve the implementation of a new paradigm.
RINA actively contributes to supporting the Italian and international manufacturing sector also through the certification of products obtained by AM, combining expertise on new digital technologies with materials sciences. A standard and validated approach to new technologies can improve the penetration of additive manufacturing and speed up its industrialization.


robert-dean-foto256x256jpg
Robert Dean
Design Leader
GE Additive - Addworks 

GE CL ridix Logo FC CMYK copyjpg

Identifica i componenti realizzabili in additivo ….. che hanno un ROI positivo!

I primi  passi nel viaggio additive sono senza dubbio i più duri. Molte aziende non hanno esperienza o know-how necessari per identificare i componenti ideali da realizzare in additive manufacturing....oppure quei componenti che possano generare un ritorno positivo dell'investimento. In questa presentazione parleremo di:

  •  Esempi di business della produzione reale
  • "best practices" nell'identificare i componenti da realizzare in additive manufacturing
  • Considerazioni nella stesura e sviluppo del business case
Identify additive parts… that have a positive ROI!
The first step in taking the additive journey is undoubtedly the hardest. Many organizations do not have the experience or know-how to identify suitable parts for additive manufacturing… or those parts that will return a positive business investment. In this session you will learn about:

  • Real-life business case examples
  • Some best practices in identifying parts for additive manufacturing
  • Considerations in business case development 



Business_Conference-512png
Alessandro Rizzi
BEAMIT

Logo-BEAMIT_jpgjpg

Sviluppo di leghe performanti di Alluminio per applicazioni Aerospace a Automotive





teceurolab_giacomo rigoni_linkedinjpg 

Giacomo Rigoni
Additive Manufacturing Quality Specialist,
Tec Eurolab
TEC-Eurolab_logo_Pantone_nopayoffjpg

Qualità, aspetti critici e certificazione di un prodotto realizzato mediante tecnologia additive manufacturing (metalli, a letto di polvere).

La tecnologia additiva prende sempre più piede nelle applicazioni industriali grazie alla competizione di costruttori di macchine, produttori di polvere e nuove leghe disponibili. Non esiste più un acciaieria che fornisce una materia prima con proprietà definite, un formatore che realizza semilavorati ed un centro di trattamenti termici. Lo “stampatore” di metallo accentra di fatto tutte e tre i processi produttivi. Questo, da un punto di vista logistico , di flessibilità, consente vantaggi enormi. Ma,  da un punto di vista di controllo qualità, porta delle difficoltà. La tecnologia additiva è da ritenersi un processo speciale. Ogni singolo aspetto, a partire dalla realizzazione della polvere fino ad arrivare al trattamento termico, determinano le caratteristiche e la qualità del componente realizzato. Quando sono state definite gli obiettivi di progetto con un robusta ricerca e sviluppo, una buona strategia consta nel valutare e certificare: Materia prima, impianto di stampa, processo di stampa, processo di trattamento termico, personale addetto alla stampa, personale addetto al controllo qualità ed infine il prodotto.

Quality, critical aspects and certification of products realized with additive manufacturing technology (metals, powder bed fusion) ABSTRACT: The additive technology is expanding the presence in the industrial market thanks to the competition of "print" system producers, powder producers and the availability of new metal alloy.

In standard steel production there are a steel mill, moulding – rolling mill for the production of semi-finished products, heat treatments service centers. The additive manufacturing’s process user takes all these processes.From a logistics, flexibility point of view this is a huge advantage. But, from a quality point of view, it generates several difficoulties. Additive manufacturing thecnology is a special process. Every single phases , from the production of powder to the final heat treatment, determine the  characteristics and the quality of the component produced. When the aims of project have been defined with a robust research and development, a good strategy is the evaluation and certification of: feedstocks, additive system, production process, heat treatment, operation personnel, quality personnel, and finally the product.


Beckmann_Frankjpg

Frank Beckmann
Division Manager Industrialization AM
Fraunhofer IAPT

iapt_60mm_p334jpg
In search of the diamonds - Additive Manufacturing on the way
to automotive serial production


gonfiotti_okjpg
Edoardo Gonfiotti

Additive Manufacturing Technical Leader,
Nuovo Pignone Tecnologie S.r.l. Baker Hughes, a GE company
bhge_lg_blu_rgb_solpng

Tecnologia DMLM: dall’R&D alla qualifica e produzione

La tecnologia additiva sta prendendo piede all’interno di BHGE. Dopo una iniziale fase di ricerca e sviluppo sulle tecnologie additive il DMLM è stato selezionato per le prime applicazioni produttive. Dopo una prima fase di introduzione ai vantaggi tecnologici derivati dall’uso del DMLM i successivi sforzi sono stati indirizzati alla metodologia di qualifica e controllo di qualità per la produzione. Tre maggiori aree di qaulifica sono state individuate: processo, materiale e componente. In BHGE una volta congelati i parametri di qualifica la qualità è assicurata da controlli standardizzati e monitoraggio on-line di processo.

DMLM in BHGE: moving from R&D to qualification and production

Additive Manufacturing is increasing his footprint in BHGE applications technology matrix. After an initial explorative R&D phase aimed at exploring the different technologies DMLM was down-selected as the first choice for additive technology applications. Once set the design department’s mindset towards design for additive approach the benefits coming from DMLM were evident and subsequent efforts were addressed towards qualifications and Quality Assurance (QA). BHGE follows three qualification steps before moving to DMLM production: machine/equipment, material and component. QA is then managed within BHGE by standard re-qualification checks plus monitoring.


davide-ferrulli_1000jpg

Davide Ferrulli
Sales Manager,
HP 3D Printing Italy

HP_Blue_RGB_500jpg
Le soluzioni HP per la Stampa 3D professionale: panoramica della tecnologia e migliori casi studio.


Sara Rinoldi AE Protolabsjpg

Sara Rinoldi
Application Engineer,
Protolabs | Southern Europe Region
Protolabs-horizontal-logo-RGBpng            
                       

Design per fabbricazione additiva, il design di supporti al processo di produzione

L’ampia gamma di processi e materiale per la stampa 3D permette possibilità che possono sembrare infinite e prendere forma direttamente dall’immaginazione.

Ciò nonostante ogni processo ha bisogno di un approccio progettuale differente, specialmente dove le tecniche di produzione necessitano di supporti per la crescita del pezzo. L’ottimizzazione della geometria in funzione del supporto è fondamentale per evitare di perdere la funzionalità del pezzo.

Specialmente con DMLS ottimizzare l’uso dei supporti significa avere la possibilità di aumentare i volumi prodotti.


EOS_GianCarlo_quer_300dpi_650jpg
Giancarlo Scianatico
Regional Manager
EOS Italy
EOS_Logo_Claim_CMYK_500jpg
Non preoccuparti! Cerca e trova l’applicazione giusta con EOS! 

Il mondo della stampa 3D è ormai diventato estremamente complesso e variegato. Più la tecnologia avanza, più diventa difficile comprendere quale sia la più appropriata e soprattutto in quali casi abbia senso utilizzarla. EOS vuole dare delle risposte a questi dubbi con l’aiuto di concreti casi industriali.

No worries! Find your right application together with EOS!

Nowadays 3D printing world has become extremely complex and varied. The more the technology go progresses, the more difficult it is to understand which is the most appropriate and especially in which cases it makes sense to use it. EOS wants to give answers to these doubts with the help of real industrial case studies.

Tuan Trampamjpg
Tuan Tranpham

VP of Global Sales & Service

Desktop Metal per Energy Group

energy_500jpg

Presentazione di due sistemi di stampa 3D in metallo per l'intero ciclo di vita del prodotto, dalla prototipazione alla produzione di massa.

La stampa 3D dei metalli è una tecnologia di Additive Manufacturing estremamente versatile. Oggi occorre rapidità, economicità dei processi, customizzazione e semplicità nel trasferimento tecnologico. Per questi motivi è necessaria una nuova tecnologia che possa stampare i metalli senza polvere e senza laser direttamente in ufficio o in officina.
La nuova era della stampa 3D metallo è arrivata!
Permettendo di creare progetti unici con prestazioni migliori , più economici, rapidi e con un rapporto resistenza/peso notevolmente superiore. I software avanzati di simulazione e di analisi integrata, per prevedere le prestazioni dei progetti, rendono queste tecnologie rivoluzionarie diventando il nuovo paradigma dell’ innovazione tecnologica per la stampa 3D Metallo. 

La tecnologia BMDTM ( Bound Metal Deposition), permette di stampare parti in metallo “ end to end” direttamente in ufficio senza successive lavorazioni bordo macchina creando parti metalliche funzionali in modo economico e rapido.

La tecnologia SPJTM ( Single Pass Jetting) permette di ottenere parti metalliche in pochi minuti anziché ore (fino a 8200 cm3/h), risolvendo definitivamente i problemi legati alla sicurezza, alla post lavorazione e ai costi della stampa 3D metallo per la produzione.

 

Introducing two metal 3D printing systems for the full product life cycle – from prototyping to mass production.
Metal 3D printing is an extremely versatile for Additive Manufacturing technology.
Today we need speed, low costs and process efficiency, customization and simplicity in technology transfer. For these reasons it is necessary a new technology that can print metals without powder and without laser directly in the office or in the workshop.

The new era of metal 3D printing has arrived! Allowing you to create unique projects with better performance, cheaper, faster and with a significantly higher resistance / weight ratio. Advanced software for simulation and integrated analysis, to predict the performance of projects, make these technologies revolutionary becoming the new paradigm of technological innovation for Metal 3D printing. 
The BMDTM (Bound Metal Deposition) technology allows you to print metal parts "end to end" directly in the office without subsequent machining on the machine, creating functional metal parts in an economic and rapid manner.
The SPJTM(Single Pass Jetting) technology allows to obtain metal parts in a few minutes instead of hours (up to 8200 cm3 / h), definitively solving the problems related to safety, post-processing and costs of metal 3D printing for production.


andreettajpg

Marco Andreetta
Product Marketing Analyst
SISMA

Sisma_logo_STAMPA_500jpg

La manifattura additiva LMF per il settore stampi, un caso studio
La tecnologia Laser Metal Fusion di Sisma migliora le performance degli stampi per l'iniezione plastica.
Una MYSINT100 di Sisma è stata impiegata per la realizzazione di due matrici di uno stampo per la produzione di un componente automotive. Gli inserti sono stati migliorati grazie ai raffreddamenti conformati, resi possibili dalla tecnologia additiva.
 
LMF Additive manufacturing for tooling, a case study
Laser Metal Fusion technology by Sisma improves the performance of a conventional mould for plastic injection.
A Sisma MYSINT100 was used to manufacture two halves of a mould for an automotive component production line. The tool inserts got enhanced by the introduction of conformal cooling design, made possible by the additive manufacturing technology.


Avioprop_Paolo Gennarojpg
Paolo Gennaro

CEO
GF Precicast Additive SA
GF-Precicast-Logo-final_300PIXELjpg

Produzione additive di componenti strutturali per turbine a gas

Le tecnologie additive si stanno sempre più evolvendo verso grandi macchine con tecnologia multi laser. Lo sviluppo del processo permette inoltre di minimizzare gli stress interni delle parti prodotte ottimizzando le caratteristiche metallurgiche delle leghe utilizzate. A fronte di queste opportunità tecnologiche GF Precicast, già leader mondiale nel settore della microfusione di componenti statici e rotanti per turbine a gas, ha intrapreso la strada additiva al fine di migliorare l’offerta ai propri clienti.

Nell ‘ottica della “Best Value Proposition” sono in via di certificazione nel settore aeronautico e produzione energia componenti strutturali prodotti con tecnologia additiva utilizzando superleghe in grado di migliorare le prestazioni della turbina riducendone nel contempo i costi.


IMG_20180702_194558jpg
Giuseppe Cilia

Sales Manager
Stratasys EMEA

Stratasys-Logo-with-Signet_lowjpg

Le tecnologie additive Stratasys per migliorare e rendere più efficiente lo sviluppo e la realizzazione dei prodotti.

Le soluzioni Stratasys per la manifattura additiva possono aiutare le aziende nella definizione e nella costruzione di prodotti più prestazionali e più efficienti.
Una rassegna di casi di utilizzo nei settori verticali più rappresentativi illustrerà i principali ambiti applicativi con particolare riferimento all'impiego di materiali ad alte prestazioni.


TIRELLIjpg
Valeria Tirelli
CEO
Aidro Hydraulics
Logo aidro hydraulics 3D printingpng

Additive manufacturing nelle applicazioni oleo-idrauliche 

L'impiego dell'additive manufacturing nel settore della potenza fluida è ancora poco diffuso e una PMI italiana illustrerà la sua visione e come sta sviluppando nuovi prodotti per la stampa 3D a metallo. Aidro Hydraulics & 3D Printing ha riconosciuto che questa tecnologia è l'ideale per lo sviluppo di soluzioni oleo-idrauliche innovative: componenti leggeri, poco ingombranti e complessi che offrono prestazioni migliori in spazi ristretti.

Additive manufacturing in hydraulic applications
The use of additive manufacturing in Fluid Power sector is still not widespread and an Italian SME will illustrate its vision and how it is developing new products for 3D metal printing. Aidro Hydraulics & 3D Printing has recognized that this technology is ideal for developing innovative hydraulic solutions: lightweight, space-saving and complex components that offer better performance in tight spaces.


K Geyisijpg
Kamer Geyisi

Sales Manager Italy, Balkan States, Turkey
SLM SOLUTIONS
SLM_OVERMACH_unione_ok_500jpg

How to make more money with SLM!

One of the main concern in additive people thinks that AM is not fast enough for production and the limit to the size of the part. In many organizations managers think that they can not compete with traditional manufacturing costs. In this session you will listen how to be faster and in the meantime to have reliable production:

▪ Different Case studies from all over the world

▪  Part sizes & Design for additive

▪  New investments to be more productive


Business_Conference-512png

Kennet Almkvist
President Customized Technologies

Höganäs / H.C. Starck STC
Hoganas-HC-STARCK_neujpg

Nickel, Cobalt, Iron and other metals and alloys for Additive Manufacturing: processes, applications, challenges and trends.

By K. Almkvist, S. Berg, D. Edman, A. Gherekhloo, A. Scrivani


c717ab0a-25b1-466e-9685-a3bd738e6d2cpng

Andrea Spizzica
ALTEC Expert SW Europe Cluster

AIR_LIQUIDE_COjpg

Il Ruolo dei gas nell'Additive Manufacturing



     RM FORUM  FORMAT IS:OPEN’ AND ‘INTERCONNECTED’

Possibility for participants to visit
the Museum at the end of the conference
 

About RM FORUM ...(last edition)